FRANCO RAGGI . Milano

Paesaggi italiani

Franco Raggi, a distanza di dieci anni dalla prima mostra, conferma la collaborazione con Antonia Jannone grazie a una serie di nuovi disegni. 18 opere a pastello grasso su carta plastificata, tratte da altrettante cartoline di paesaggi italiani, per indagare il processo di banalizzazione del bello (ma talvolta anche del brutto) che tali oggetti operano sulla realtà che ritraggono.
 
"La prima cartolina l’ho staccata dal retro dello schienale di un pullman turistico. Una visione di lago italiano, anonima, archetipo della bellezza senza luogo. La cartolina è un genere iconografico curioso: ritrae il bello o ciò che comunemente si ritiene lo sia e lo banalizza, consegnandolo all'archivio del già visto. Questa questione della qualità estetica sterilizzata mi spinse a fare esperimenti figurativi. Volevo trasformare una cartolina in una affermazione teorica. Trasfigurare la banalità e conferire con una tecnica grafica e pittorica alla insignificanza della cartolina una dignità sorprendente. Questa nuova serie di paesaggi riprende quell'idea iniziale e la sviluppa cercando una regola nel caso". Franco Raggi
 
Alcune delle opere in mostra, graffiate e incise con una rigatura orizzontale, sono montate in una scatola luminosa, che attraversata dalla luce crea l’effetto di un finto schermo televisivo.
 
Selected Press Review